Israele avvierà la sfida dello Shekel digitale per sviluppare casi d'uso dei pagamenti

La Banca di Israele non ha deciso di emettere uno shekel digitale, anche se continua il suo impegno durato anni per esplorarne l’emissione.

AccessTimeIconMay 29, 2024 at 12:26 p.m. UTC
Updated May 29, 2024 at 5:06 p.m. UTC
  • Israele inizierà una sfida per esplorare i casi d’uso del pagamento del suo shekel digitale.
  • I prestatori di servizi di pagamento avrebbero accesso al sistema per fornire opzioni di pagamento avanzate al grande pubblico.
  • Has Crypto Become Political?
    00:51
    Has Crypto Become Political?
  • FTX Victims File to Recover $8B in Forfeited Assets; Will Biden and Trump Shake Hands Before Debate?
    02:14
    FTX Victims File to Recover $8B in Forfeited Assets; Will Biden and Trump Shake Hands Before Debate?
  • DJT Token Rallied 180% on Trump Rumors
    00:55
    DJT Token Rallied 180% on Trump Rumors
  • How Fed's Interest Rate Decisions Could Affect Crypto
    21:50
    How Fed's Interest Rate Decisions Could Affect Crypto
  • La banca centrale israeliana sta lanciando una Digital Shekel Challenge come parte di un "piano d'azione per una possibile emissione dello shekel digitale", per svilupparne gli usi nel mondo dei pagamenti, ha annunciato martedì.

    La Banca d'Israele ha affermato di aver costruito un prototipo tecnologico "simulando il cuore del sistema dello shekel digitale". I fornitori di servizi di pagamento avrebbero accesso al sistema per fornire opzioni di pagamento avanzate al grande pubblico. Tra le tipologie di pagamento da esplorare ci sono i micropagamenti, i pagamenti frazionati e i pagamenti che richiedono firme multilaterali, secondo l’ invito a presentare proposte .

    "Nella sfida, per la prima volta, permettiamo al settore finanziario israeliano e internazionale e a un'ampia varietà di parti interessate nel sistema dei pagamenti di collaborare con noi in modo pratico nel pensare, pianificare e progettare lo shekel digitale", ha affermato Andrew Abir, vice governatore della Banca d'Israele.

    La Banca di Israele non ha ancora deciso se emettere una valuta digitale della banca centrale (CBDC), anche se continua la sua esplorazione pluriennale della Tecnologie.

    Nel 2021, ha affermato di aver già effettuato un test pilota e l’anno scorso ha affermato che stava monitorando gli scenari, incluso se le stablecoin saranno ampiamente utilizzate. Ha inoltre condotto un progetto con Hong Kong e la Banca dei regolamenti internazionali (BRI) per indagare su come proteggere i sistemi dagli hacker.

    La sfida inizierà con un webinar su tutto ciò che volevi chiedere il 6 giugno e passerà attraverso un processo di candidature e presentazioni prima di culminare alla fine di settembre, quando verranno discussi i risultati. Non è stata fissata una data per le riunioni finali e per l'annuncio dei risultati.

    La sfida è ispirata al "Progetto Rosalind" del BIS Innovation Center, che ha esaminato come le funzionalità API (Application Programming Interface) potrebbero supportare una CBDC al dettaglio e facilitare pagamenti sicuri, si legge nell'annuncio.

    "Questa iniziativa rappresenta un passo significativo per l'ecosistema israeliano, poiché potenzialmente colma il divario tra l'industria web3 e il governo, anche se DeFi, ZK e soluzioni senza autorizzazione non sono ancora state prese in considerazione", ha affermato Saul Rejwan, socio amministratore di Masterkey VC.

    Editor Sheldon Reback.




    Disclosure

    Si prega di notare che il nostro politica sulla privacy, termini di uso, cookies, e non vendere i miei dati personali è stato aggiornato.

    CoinDesk è un premiato media che copre l'industria delle criptovalute. I suoi giornalisti si attengono a un rigido insieme di politiche editoriali. Nel novembre 2023, CoinDesk è stato acquisito dal gruppo Bullish, proprietario di Bullish, uno scambio di attività digitali regolamentato. Il gruppo Bullish è di proprietà in maggioranza di Block.one; entrambe le società hanno interessi in una varietà di attività di blockchain e di asset digitali e detenzioni significative di asset digitali, inclusi bitcoin. CoinDesk opera come una sussidiaria indipendente con un comitato editoriale per proteggere l'indipendenza giornalistica. I dipendenti di CoinDesk, compresi i giornalisti, possono ricevere opzioni nel gruppo Bullish come parte della loro compensazione.


    Learn more about Consensus 2024, CoinDesk's longest-running and most influential event that brings together all sides of crypto, blockchain and Web3. Head to consensus.coindesk.com to register and buy your pass now.